La forza della vita di Will Eisner In evidenza

La forza della vita di Will Eisner

by

Non a caso Eisner e' indicato da molti come uno di piu' grandi fumettisti viventi. Tutti I suoi romanzi a fumetti hanno dei temi precisi che Eisner sviluppa con un stile grafico originale, con una caratterizazione dei personaggi che ricorda vagamente I fumetti disney, forse anche per la simpatia che suscitano. In effetti Eisner sembra amare tutte le sue creature e di nessuno c'e' una condanna precisa, anche se l'autore e' cosciente a livello morale od etico dei loro limiti.. I suoi personaggi hanno sempre New York come sfondo delle loro azioni e sono presi dalla povera gente, molte volte ebrei come l'autore. La storia e gli eventi del secolo scorso arricchiscono le sue trame e disegnano un flusso di eventi che scorre e che trascina con se cose, idee e persone.

Leggi tutto...
Il Cliente di Asghar Fahradi In evidenza

Il Cliente di Asghar Fahradi

by

E' una scusa questo film per chiacchierare su un regista che ammiro tanto. Fahradi e' iraniano e ormai I suoi film hanno fama mondiale, quindi le mie parole non dicono nulla di piu' a quanto ha gia' detto la critica. Sono come un urlo di gioia in piu' in un coro di grida da stadio, ma da tifoso non posso astenermi dal far sentire la mia voce e la mia stima.

Tutti I suoi film partono da un evento che si introduce in un gruppo di persone, che e' spesso una rappresentazione in miniatura della societa Iraniana, e che fa da miccia ad esplosioni di situazioni che obbligano all'introspezione immediata e sofferta, e alla rivelazione dei protagonisti sulla scena e sul mondo.  L'ambito in cui si svolgono le vicende e' ristretto in pochi luoghi perche' alla fine, anche se l'evento ha dei connotati spesso tali da richiedere il supporto di funzioni pubbliche della societa', come la polizia o la politica, Fahradi vuole mantenere un sapore intimista, come se fossimo non davanti ad un grande schermo ma ad un piccolo placoscenico teatrale: non a caso nel "Il Cliente" la trama contiene due storie parallele di cui una svolta direttamente in un  teatro dagli stessi protagonisti, attori di professione. L'ambito teatrale restringe il punto vista del film a quello del pubblico e degli attori permettendo una complicita', una vicinanza fisica, altrimenti persa inerosabilmente. Si e' li immersi nelle luci soffuse di scena accanto agli attorii, e si  vive la storia del film come se fosse la nostra.

Leggi tutto...

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti.

Navigando ne accetti l'uso.